Da lineare a circolare

“Dobbiamo trasformare ogni elemento del nostro sistema "take-make-waste": il modo in cui gestiamo le risorse, il modo in cui produciamo e utilizziamo i prodotti e ciò che facciamo con i materiali in seguito. Solo così potremo creare una fiorente economia circolare che possa portare benefici a tutti entro i limiti del nostro pianeta". - Fondazione Ellen Macarthur

Come inizi la tua mattinata? Potresti versare i chicchi nella macchina del caffè e poi smaltire la confezione, i fondi e il filtro. O forse acquisti una tazza di tè e poi getti la tazza usata nella spazzatura.  

Questo modello di consumo delle risorse è noto come "take-make-use" e si applica a quasi tutti gli aspetti della nostra economia. In primo luogo, un'azienda raccoglie o estrae le materie prime, come i chicchi di caffè. Successivamente, fabbrica un prodotto e lo vende al consumatore. Infine, quando il prodotto non è più necessario, il consumatore lo getta via.  

La "economia lineare" ha provocato l'inquinamento di aria e acqua, montagne di rifiuti e l'esaurimento delle risorse naturali. Con l'aumento della popolazione e della ricchezza, la domanda di risorse aumenterà, ma l'offerta è limitata.  

Lineare, o estrattiva, è il tipo di pratica economica che prende una risorsa naturale, la trasforma in un prodotto e poi la spreca. Il suo aspetto è simile a questo: 

 

L'economia circolare propone una nuova direzione per il nostro sistema economico con vantaggi per l'ambiente, le persone e le imprese.  

L'economia circolare implica un cambiamento culturale nel modo di intendere il sistema di produzione e consumo, per far fronte alla mancanza di risorse, agli impatti ambientali, alla creazione di valore e all'occupazione.  

I modelli rigenerativi non mirano solo a essere sostenibili, ma anche generosi. Per costruire modelli di prosperità a lungo termine, le nostre economie devono passare da degenerative ed estrattive non solo a sostenibili, ma anche a rigenerative.   

Quando si progetta una lavatrice o qualsiasi altro prodotto, non bisogna solo pensare alla sua utilità o al suo rispetto per l'ambiente, ma anche stabilire cosa accadrà a ciascuno dei suoi componenti quando non sarà più utile. In altre parole, si tratta di prevedere, fin dalla fase di progettazione, come ogni parte verrà riutilizzata. È qui che entra in gioco l'economia circolare.  

Le aziende e gli imprenditori sono ora orientati a trasformare le loro pratiche economiche da lineari a sostenibili, o addirittura rigenerative. Questo può essere fatto esaminando i propri modelli o prendendo le risorse da modelli di risorse più ampi. Prendiamo ad esempio i chicchi di caffè: meno dell'1% di ogni chicco viene utilizzato per il caffè vero e proprio. Questo lascia un sacco di preziosa materia organica che può essere utilizzata per coltivare altre cose. Oppure può essere trasformata in energia pulita.  

 

Pertanto, per praticare un'economia sostenibile e circolare, le nostre abitudini di consumo e il modo in cui le aziende progettano e realizzano i loro prodotti devono cambiare. L'obiettivo è che le generazioni future possano godere delle risorse naturali che la Terra ci offre. Prendete nota di questi esempi e metteteli in pratica!  

 

Bottiglie che diventano tappetini e cruscotti per auto. Il riciclo è una delle basi dell'economia circolare, ed è per questo che esistono aziende come Eko-rec, che si dedicano al riciclo delle bottiglie in PET dopo il consumo per trasformarle in tappetini e cruscotti per auto o in imballaggi.  

 

Pneumatici che diventano scarpe. L'azienda Ecozap produce scarpe ecologiche e vegane del commercio equo e solidale, senza utilizzare pelle o sostanze tossiche e utilizzando materiali come gli pneumatici. Avete voglia di pestare i piedi rispettando l'ambiente?  

 

Costruzione sostenibile di case e uffici. Sustainer Homes è un'azienda olandese che costruisce case e uffici con moduli di legno fresato che durano per tutta la vita.  

 

Decorazione con rifiuti elettronici e plastica. Miniwiz è un'azienda con sede a Taiwan che ricicla i rifiuti elettronici e i prodotti per l'edilizia trasformandoli in materiali da costruzione. Tra le altre cose, ha creato gli interni dei negozi Nike.  

 

Città con materiali riciclati. Vi piace andare in bicicletta nella vostra città? Se avete notato gli spartitraffici delle piste ciclabili, avete visto uno dei prodotti realizzati dall'azienda Zicla a partire da rifiuti plastici derivanti dal consumo. Non è solo un impegno per il riciclo, ma anche per città più sostenibili. 

Newsletter-ul Startarium. Citește sinteza lunară direct pe e-mail