Metodi per condividere i risultati e ottenere feedback

I focus group vengono utilizzati per condurre un'analisi dei bisogni più approfondita che integra i dati concreti delle attività precedenti con testimonianze in prima persona. Ciò consente all'organizzazione di valutare e raccogliere risultati che tengano realmente conto delle esperienze e dei bisogni specifici dei partecipanti agli interventi creativi.

La ricerca con i focus group è utile per identificare i problemi e determinare le aree che necessitano di ulteriori ricerche. Si tratta di un contesto di gruppo in cui il gruppo ha esperienze comuni e condivise e che consente di stimolare l'interazione tra i suoi partecipanti.  

I focus group stimolano la riflessione e la discussione tra i partecipanti, migliorando la capacità di individuare le aree di (dis)accordo e influenzando a loro volta le raccomandazioni formulate per ulteriori interventi creativi.   

L'organizzazione fornirà l'ordine del giorno e gli argomenti di discussione, comprese le esperienze personali dei partecipanti, le barriere che incontrano, le aree di opportunità che dovrebbero essere esplorate e le esigenze.   

Durante il focus group, la persona responsabile della sua facilitazione può utilizzare una serie di attività, domande e strumenti.   

Le fasi principali sono:  

Fase 1: accoglienza e introduzione agli obiettivi e ai contenuti dell'intervento creativo  

Fase 2: Introduzione al focus group  

Il facilitatore spiega che tutto ciò che viene discusso sarà registrato e scritto, sottolineando che la privacy dei partecipanti sarà protetta garantendone l'anonimato nel rapporto finale.  

Il facilitatore prenderà le schermate e fornirà tutto il materiale di supporto necessario, compresi i moduli di valutazione, ecc.  

Fase 3: Conduzione del focus group e calendario  

In generale, i focus group possono essere un modo per catturare più informazioni qualitative di quelle fornite da un questionario (ad esempio, come e perché le cose sono accadute o le persone si sono sentite o hanno agito in quel modo) e richiedono meno tempo rispetto alla somministrazione di diverse interviste individuali. Tuttavia, poiché i focus group non sono strutturati come le interviste, è possibile che non si riesca a ottenere da una risposta di un focus group lo stesso livello di dettaglio che si otterrebbe con diverse interviste.  

In particolare, per la valutazione degli interventi creativi e delle attività pertinenti, i focus group possono essere utilizzati per capire:  

  • il processo del progetto di intervento creativo (l'organizzazione, la gestione, la realizzazione);  

  • il ruolo e il livello di coinvolgimento dei partecipanti nel progetto;  

  • le aspettative e gli obiettivi dell’essere coinvolti nel progetto;  

  • feedback sul progetto, in particolare sui risultati e sui prodotti del progetto;  

  • quali cambiamenti sono stati eventualmente apportati;  

  • impatto potenziale del progetto sulle persone;  

  • cosa ha funzionato bene e cosa non ha funzionato;  

  • come il progetto avrebbe potuto essere migliorato;  

  • comprensione di alcuni concetti o questioni (ad esempio, scienza, educazione, impegno pubblico).  

A differenza delle interviste individuali, le persone possono basarsi sulle risposte degli altri e proporre idee a cui non avrebbero pensato da sole. Sono particolarmente utili per riunire una serie di persone.  

A seconda di come viene strutturata la sessione, un focus group può fornire una buona opportunità per raggiungere un consenso su determinati argomenti o questioni (ad esempio, si potrebbe chiedere al gruppo di classificare o concordare le priorità per la direzione o le prossime fasi del progetto).  

Istruzioni   

Esistono alcune regole generali per l'utilizzo dei focus group come tecnica di valutazione:  

  • Le dimensioni del gruppo sono importanti: i focus group funzionano meglio con 6-8 persone.  

  • Assicurarsi che ci sia una serie di regole di base per il focus group, che coprano un comportamento accettabile all'interno della sessione; assicurati che queste vengano lette all'inizio a tutti i partecipanti (o appese alla parete in modo da potervi fare riferimento se necessario). Le regole di base devono essere concordate da tutti i partecipanti all'inizio. Si può anche chiedere ai partecipanti di suggerire alcune regole.  

  • Assicurarsi che i posti a sedere siano in cerchio, in modo che le persone possano vedersi e che tutti si sentano coinvolti. Se alcuni individui sono fisicamente emarginati, potrebbero non contribuire.  

  • Il ruolo del facilitatore/moderatore del focus group è molto importante. Per moderare il gruppo e la conversazione sono necessarie capacità di leadership e interpersonali. Deve incoraggiare la discussione su argomenti o temi particolari. È probabile che debba intervenire in alcuni momenti per garantire che la sessione rimanga in carreggiata. Si suggerisce di ricorrere a una persona esperta in questo campo.  

  • Se possibile, il focus group deve essere registrato e trascritto.  

Con chi usarlo  

I focus group possono essere utilizzati con gruppi consolidati (come il team di progetto) o con un gruppo riunito appositamente per essere un focus group (come le persone coinvolte o impattate dal progetto).  

Quando usarlo  

Probabilmente è meglio utilizzare i focus group prima e dopo le attività di coinvolgimento.  

Limitazioni  

  • I focus group richiedono una buona mediazione. Le dimensioni e la composizione del gruppo sono considerazioni importanti. Attenzione alle personalità dominanti che possono impedire agli altri di parlare. Inoltre, bisogna fare attenzione alle persone timide che potrebbero sentirsi intimidite dalla situazione e richiedono un incoraggiamento.  

  • Trattandosi di un processo aperto, è possibile che non si ottengano le risposte precise che ci si aspetterebbe da un questionario o da un'intervista.  

  • Possono sorgere problemi quando si cerca di identificare il punto di vista individuale da quello di gruppo.  

  • I gruppi di discussione possono essere difficili da riunire; cerca di rivolgerti a un gruppo preesistente. Oltre a risparmiare tempo, i membri del gruppo si troveranno a proprio agio tra loro e forse saranno più aperti e onesti di quanto non lo sarebbe un gruppo di estranei.  

  • In alcune circostanze, i focus group vengono percepiti dai gruppi come un'opportunità per lamentarsi di questioni rilevanti per loro, il che diventa presto poco costruttivo. Al di là di una buona mediazione, un metodo per limitare questo fenomeno è quello di concedere al gruppo i primi 5-10 minuti per esporre le proprie lamentele. Avendo avuto questa opportunità, il gruppo potrebbe essere più disposto ad andare avanti nella discussione.  

Considerazioni  

Assicurare ai partecipanti al focus group che le loro risposte saranno riservate; una buona pratica è quella di chiedere ai partecipanti di firmare un modulo di consenso. 

Newsletter-ul Startarium. Citește sinteza lunară direct pe e-mail