romanii sunt antreprenori

Le principali competenze creative per le imprese di successo

"Il problema non è mai come far entrare nella propria mente pensieri nuovi e innovativi, ma come far uscire quelli vecchi. Ogni mente è una stanza piena di mobili arcaici. Create uno spazio vuoto in qualsiasi angolo della vostra mente e la creatività lo riempirà all'istante". - Dee Hock, fondatore di VISA

La creatività è uno degli elementi più importanti dell'imprenditorialità e può essere una delle chiavi per sviluppare le capacità imprenditoriali.  

Gli imprenditori devono essere attenti e notare ciò di cui la gente ha bisogno (domanda), trovare una soluzione (offerta), vendere quella soluzione a un prezzo che la gente pagherà, realizzare un profitto, affrontare la concorrenza... e l'elenco continua.  

Tuttavia, la creatività non riguarda solo i problemi. Si tratta di essere in grado di visualizzare e di pensare al futuro, di andare avanti. La creatività è il trampolino di lancio per l'innovazione e fa anche parte dell'autorealizzazione, ovvero del modo in cui realizziamo il nostro potenziale personale.  

Soprattutto, la creatività nasce quando c'è una necessità impellente. Gli imprenditori si chiedono costantemente: "C'è bisogno del mio prodotto o servizio? Altrimenti dovrà essere creato? Penso che la mia idea abbia un'esigenza realistica e che sia utile a questo scopo? Posso individuare il problema che la mia idea risolve?".  

Quali sono le componenti chiave del processo creativo?  

  • immaginazione  

  • originalità (la capacità di proporre idee e prodotti nuovi e insoliti)  

  • produttività (la capacità di generare una varietà di idee diverse attraverso il pensiero divergente)  

  • problem solving (applicazione delle conoscenze e dell'immaginazione a una determinata situazione)  

  • la capacità di produrre un risultato di valore e di utilità  

La creatività è anche strettamente connessa alla personalità e alla vita emotiva di un individuo, perché coinvolge:  

  • tratti della personalità, come la fiducia in se stessi, la tolleranza all'incertezza, la curiosità e la motivazione  

  • processi emotivi, come la fantasia emotiva nel gioco, il piacere della sfida, il coinvolgimento nei compiti e la tolleranza all'ansia  

  • abilità cognitive, come il pensiero divergente, la capacità di "trasformare" il pensiero (ad esempio, riuscendo a riordinare le informazioni o a spostare gli "insiemi" di pensiero), la sensibilità ai problemi, l'ampiezza delle conoscenze e il giudizio.  

Pertanto, la creatività è fondamentale per gli imprenditori, indipendentemente dal campo professionale e dai settori economici in cui operano.   

In che modo la creatività aiuta gli imprenditori a raggiungere il successo?   

Le forme in cui può farlo sono molteplici. Ecco alcune delle più rappresentative: 

Creare nuove idee per ottenere un vantaggio competitivo. L'intero processo di imprenditorialità è radicato nella creazione e nell'esplorazione di nuove idee. Quando un imprenditore è in grado di generare una nuova idea che sia fattibile ed efficiente, si avvantaggia rispetto alla concorrenza. La capacità di esplorare nicchie diverse è come un'abilità appresa o una risorsa posseduta da un individuo.  

Pensare a nuovi modi per sviluppare un prodotto e migliorare l'azienda. La creatività aiuta a sviluppare nuovi modi per migliorare un prodotto o un servizio esistente e ottimizzare l'attività. C'è sempre spazio per migliorare i prodotti di un'impresa; è l'imprenditore creativo che può valutare come farlo.  

Pensare l'impensabile. La creatività richiede immaginazione per produrre le idee più oscure. L'immaginazione è necessaria per superare il confine tra "solito" e "normale" o per pensare fuori dagli schemi. Questo permette agli imprenditori di pensare al di là delle soluzioni tradizionali, di proporre qualcosa di nuovo, interessante, versatile e con un potenziale di successo.  

Trovare schemi simili in aree diverse. A volte, a causa di una routine o di un'abitudine, anche il processo di pensiero segue la linea di quei processi consolidati. La creatività consente alle persone di collegare argomenti diversi e non correlati e di creare idee imprenditoriali di successo. La fusione di campi diversi crea intersezioni interessanti che danno vita a nuove nicchie. La maggior parte delle persone ha paura di unire discipline diverse, ma la maggior parte delle idee interessanti nasce dalla collisione di campi diversi.  

Sviluppare nuove nicchie attraverso la creatività e l'imprenditorialità. Nell'imprenditorialità è importante che nuovi aspetti dell'attività tradizionale siano esplorati. Si può trattare di cambiare il metodo di fabbricazione del prodotto o di fornitura del servizio o il modo in cui questi vengono forniti all'utente. Tutte queste aree possono creare una nicchia che ha un grande potenziale nel mondo degli affari.  

Il processo creativo imprenditoriale, passo dopo passo   

Le fasi fondamentali del processo creativo imprenditoriale, che implicano competenze specifiche, comprendono:  

1. Preparazione  

Il processo creativo inizia con l'identificazione di un problema e poi con ulteriori ricerche. Questo viene fatto nel tentativo di iniziare a cercare una soluzione praticabile. Un imprenditore guarda in ogni direzione per risolvere il problema, sia all'interno del settore che all'esterno.  

2. Pensare fuori dagli schemi - andare oltre la zona di comfort  

Possiamo ottenere qualcosa se non siamo disposti ad andare oltre la nostra zona di comfort? Bisogna uscire dalla zona di comfort, andare oltre e rischiare. Le ricompense arrivano con gli sforzi.  

3. La creatività non è magica  

La creatività consiste semplicemente nell'affrontare le cose con una prospettiva diversa. L'approccio più semplice al pensiero creativo può consistere nel copiare elementi diversi, trasformarli, combinarli ed eureka! Ecco una nuova idea. In questo modo si sfruttano essenzialmente gli elementi esistenti. Come dice Kirby Ferguson, "avviene applicando gli strumenti ordinari del pensiero ai materiali esistenti". E il terreno in cui coltiviamo le nostre creazioni è qualcosa che disprezziamo e fraintendiamo, anche se ci dà molto - e questo è... copiare".  

4. Incubazione  

Durante la fase di incubazione, le idee che hanno il potenziale per risolvere un problema tendono a fiorire. Questa fase è caratterizzata dal processo di pensiero inconscio di affinamento di un'idea. In apparenza, sono molte le attività che si svolgono in questa fase, ma l'obiettivo generale è quello di trovare una soluzione.   

5. Illuminazione  

L'incubazione porta alla chiarezza delle idee. Questa è la fase di "ricerca della soluzione". Il processo di creatività porta alla conoscenza di alcune idee pratiche che possono essere messe all’opera. È come un momento di "lampadina", per questo si chiama illuminazione.  

 6. Verifica  

Questa fase determina se la soluzione "trovata" ha il potenziale per funzionare o meno. Un'idea può essere accettata come tale, modificata con cambiamenti minori o maggiori, oppure rifiutata del tutto, richiedendo di ripetere l'intero processo.  

7. Pensiero critico  

Il successo principale di un'attività imprenditoriale sta nel valutare criticamente la fattibilità di un'idea. Il pensiero critico consente all'imprenditore di auto-giudicarsi per valutare l'idea. È definito come un processo autodiretto, autodisciplinato, autocontrollato e autocorrettivo di valutazione di un'idea.  

In sintesi, alcune delle competenze creative chiave sono: 

Creare un'idea può essere facile; realizzarla con successo può essere un compito difficile. Cosa rende una persona un imprenditore di successo? Perché alcune persone riconoscono le opportunità che esistono intorno a loro e altre no? Sono geneticamente diversi? O hanno una prospettiva diversa per gestire le cose?  

Guarda le cose da diversi punti di vista. Se pensi in modo creativo, troverai soluzioni innovative e migliorerai le tue capacità decisionali. 

Newsletter-ul Startarium. Citește sinteza lunară direct pe e-mail